Esse procedono dall’alto verso il basso e quindi: dall’anca, dalla coscia, dalla gamba e dal piede.

Le ossa che appartengono agli arti inferiori sono:

  • le ossa del cingolo pelvico, che formano lo scheletro dell’anca, e sono: l’osso dell’anca ed il bacino
  • l’osso della coscia, che fa parte della zona libera dell’arto inferiore, ed è il femore
  • le ossa della gamba, che fanno parte della zona libera dell’arto inferiore, e sono: la tibia, il perone o fibula, la rotula o patella e le ossa del piede

LE OSSA DEL CINGOLO PELVICO

Esso è composto da tre ossa, dette ossa pelviche, che formano il bacino, detto anche pelvi o cintura pelvica (l’osso iliaco, detto anche osso dell’anca, ne è la parte laterale ed anteriore, il coccige e l’osso sacro ne sono la parte posteriore).

OSSO ILIACO

E’ detto anche osso coxale od osso dell’anca, è formato da tre ossa che risultano essere distinte alla nascita, ma nel tempo si saldano sino ad arrivare all’età adulta in cui sono definitivamente saldate insieme e sono:

Ileo

è l’osso più grande ed ampio, si trova nella parte superiore e confina con ischio e pube, è composto da:

l’ala che si espande verso l’alto e posteriormente articolandosi con l’osso sacro, si trova sopra al corpo dell’ileo, forma l’articolazione sacro iliaca nel punto in cui si connette all’osso sacro e crea la cresta iliaca che è una struttura ossea.

Essa ha due superfici:

esterna: superficie glutea, essa è convessa ed è il punto in cui si agganciano i muscoli glutei, presenta delle linee dette glutee che sono semicircolari

interna: fossa iliaca, essa è concava ed è il punto in cui ha origine il muscolo iliaco

Ha anche due bordi laterali, sia anteriore che posteriore, ed il bordo presenta le “spine” che sono delle prominenze ossee che possono essere proiettate in avanti od indietro e si avranno:

quelle orientate anteriormente: spina iliaca anteriore superiore e spina iliaca anteriore inferiore

quelle orientate posteriormente: spina iliaca posteriore superiore e spina iliaca posteriore inferiore

il corpo che si unisce al corpo dell’ischio ed a quello del pube formando l’acetabolo (cavità nella quale prende posto la testa del femore nell’articolazione coxo-femorale o semplicemente detta articolazione dell’anca)

Ischio

si trova nella parte inferiore-posteriore in corrispondenza con l’acetabolo, è un osso resistente e forte e supporta, nella zona detta tuberosità ischiatica, il peso del corpo nel momento in cui ci si riversa in avanti da seduti; in esso si collocano due legamenti importanti: sacrospinoso e sacrotuberoso.

Questo osso è composto da tre parti:

un corpo che si trova tra i due rami

un ramo superiore ed uno inferiore che con il ramo inferiore del pube formano il ramo ischio-pubico che a sua volta crea un foro detto foro otturatorio nel quale passano la vena otturatoria, l’arteria otturatoria ed il nervo otturatorio. Il ramo superiore ha un terzo dell’acetabolo e la spina ischiatica (che è una prominenza ossea).

Pube

detto anche osso del pube si trova nella parte inferiore-anteriore, si trova in corrispondenza con l’acetabolo

Questo osso è composto da tre parti:

un corpo: che si trova tra i due rami e forma la sinfisi pubica con l’osso iliaco controlaterale (che si trova nell’altra metà del corpo, considerando il fatto che abbiamo un lato destro ed uno sinistro)

un ramo superiore: che si estende lungo il corpo dell’osso, al centro è piatto mentre lateralmente ha una forma simile ad un prisma, esso ha un quinto dell’acetabolo

un ramo inferiore: è un osso piatto e sottile che va in direzione dell’ischio unendosi ad esso e creando il ramo ischio-pubico

Ischio e pube con i loro corpi circondano il “foro otturato” che è una grande apertura.

L’osso iliaco consta di tre articolazioni:

  • sacro iliaca (la superficie laterale dell’osso sacro con l’ilio dell’osso iliaco)
  • dell’anca (l’acetabolo con la testa del femore): l’anca congiunge, all’interno della cintura pelvica, lo scheletro degli arti inferiori con quello assiale (ossia quello della colonna vertebrale, della zona toracica e le ossa della testa) e risulta essere fondamentale per quel che riguarda la locomozione
  • sinfisi pubica con l’osso iliaco controlaterale (ogni osso iliaco si sviluppa dai bordi dell’osso sacro proseguendo verso il basso ed anteriormente unendosi all’osso iliaco dell’altro lato, quindi controlaterale, formando la sinfisi pubica, in sostanza congiunge le ossa iliache)

L’osso iliaco ed i muscoli

Nell’osso iliaco vi è l’inserzione di vari muscoli tra cui quelli della schiena, dell’addome, del gluteo (piccolo, medio e grande), dell’anca e della coscia.

Vuoi saperne di più sul trattamento di tecnica vertebrale? clicca qui

Se hai perso la prima parte che parla della colonna vertebrale clicca qui.

La scorsa volta abbiamo parlato di come funziona il reiki a distanza, la prossima volta parleremo di quantistica e successivamente continueremo a parlare delle ossa degli arti inferiori.

Per vedere tutti gli articoli usciti clicca qui.

Hai delle domande? Vedi se ci sono già le risposte in domande frequenti – faq scorrendo la pagina sino in fondo.

Non ci sono le risposte? Scrivimi.

Il post da alcune informazioni e cenni sul corpo umano ed alcuni meccanismi di esso, quindi non si tratta di uno scritto medico e non vuole esserlo, è solamente una breve spiegazione. In caso di informazioni più appropriate si consigliano libri tecnici o consultare un medico.

Laura Barocci - Operatrice in discipline Bio-Naturali - Partita IVA IT03346200102 - C.F. BRCLRA65S69D969V
© 2023. Tutti i diritti riservati.