Questo trattamento, molto particolare, risulta essere utile sotto un profilo fisico, fisiologico, psicologico ed energetico, è un vero e proprio rituale di benessere molto rilassante e, tra le altre cose, fa sentire coccolati.

Già conosciuto e praticato all’epoca degli antichi egizi ove veniva utilizzato come terapia naturale; lo ritroviamo anche nella tradizione ayurvedica tibetana ed indiana abbinata all’utilizzo di sostanze naturali chiuse in un sacchetto,  insieme alle pietre calde,  in modo da far ottimizzare i risultati delle sostanze benefiche. 

Le pietre vengono scaldate, e vi sono vari modi di poterlo fare:

  • pentola scalda pietre (l’originale)
  • valigetta elettrica
  • sacchetto elettrico

La valigetta ed il sacchetto risultano essere ottimi sostitutivi della pentola in mancanza di spazi.

Da calde vengono posizionate in precise parti del corpo, tra cui anche i punti dei chakra principali, ossia la linea della Kundalini, per dare subito una sensazione di benessere dovuto al caldo che viene sprigionato, poi vengono massaggiate sul corpo dando maggiore attenzione alle zone più tese.

La sua caratteristica non è un massaggiare il corpo con delle pietre come se fossero saponette, ma lo stato vibrazionale di chi lo esegue che deve entrare in contatto con quello di chi lo riceve per poter far si che il trattamento possa dare il maggior risultato sotto un profilo energetico ed il lavorare la muscolatura in modo tale da apportare un rilassamento profondo e rigenerante, i movimenti lenti ed il calore agevolano al massimo lo stato di rilassamento generale.

Le pietre più utilizzate sono in basalto, sono pietre laviche non porose e non ruvide, che rilasciano il calore lentamente; si potrebbero anche utilizzare sfere scaldate di sale dell’Himalaya.

Il calore, importante in questo tipo di trattamento,  è energia ed esso viene assorbito dal corpo e va a stimolare e movimentare l’energia della persona e tanta più energia circola tanto più i circuiti vitali si rimettono in moto.

Ottimo da abbinare al trattamento rilassante ed ai trattamenti muscolari come ad esempio il mio fasciale ed il decontratturante in quanto aiuta a sciogliere i muscoli, soprattutto nelle zone più contratte, inoltre da energia e toglie tensione alle zone più fredde

I benefici sono svariati:

FISICI

  • cellulite
  • forte rilassamento
  • tonificazione dei muscoli
  • migliore mobilità articolare
  • ringiovanimento dei tessuti
  • maggiore flessibilità alle giunture
  • liscia la pelle togliendo le cellule morte e disintossicandola
  • miglioramento della vista nel caso di abbassamento a seguito di stress o stanchezza
  • alleviamento dei dolori reumatici conseguenti al miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica
  • rallentamento dell’invecchiamento grazie al relax ed alla liberazione di endorfine che combattono i radicali liberi
  • leggera disintossicazione dovuta alla stimolazione del sistema sanguigno e linfatico pulendo l’organismo da ristagni

FISIOLOGICI

  • miglioramento della respirazione
  • miglioramento della circolazione linfatica
  • miglioramento dell’attività intestinale, in quanto va a migliorare il sistema escretorio
  • buon funzionamento del sistema digestivo, infatti la pietra sull’addome crea una vaso dilatazione dei tessuti
  • miglioramento della circolazione sanguigna, infatti migliora lo stato di mani e piedi freddi grazie all’apporto di energia che il corpo va ad assorbire e mantiene anche dopo il trattamento

PSICOLOGICI

  • ansia
  • insonnia
  • contentezza
  • calma mentale
  • maggiore resistenza allo stress
  • miglioramento della comunicazione in quanto aumenta la lucidità mentale
  • eliminazione o diminuzione di traumi emozionali perchè ogni parte del corpo è collegata ad un’area del cervello che va a registrare tutte queste sensazioni tattili che riceve e quando queste vengono stimolate con particolari manualità accendono aree del cervello che da tempo erano rimaste assopite facendo riaffiorare anche i ricordi

ENERGETICI

Si ricorda che ogni chakra è collegato ad un organo, o gruppo di organi.

  • riattivazione dei canali energetici
  • corretto flusso energetico e conseguentemente miglioramento di tutto ciò che ad esso è collegato sotto ogni profilo

Controindicazioni

L’ELENCO NON È ESAUSTIVO E SI CONSIGLIA DI FARE SEMPRE RIFERIMENTO AL MEDICO IN CASO DI DUBBI.

  • ascessi
  • bambini
  • febbre
  • ferite aperte
  • flebite
  • gravidanza : nei primi due mesi
  • indigestione
  • lesioni sulla pelle
  • problemi cardiaci gravi
  • stati infiammatori
  • strappi muscolari
  • tumori
  • vene varicose

Per conoscenza esiste anche il massaggio con le pietre fredde, quarzi e marmi, che vengono prima del trattamento fatte raffreddare.

Può sembrare poco piacevole l’idea di farsi massaggiare da pietre fredde, ma risultano indicate sugli sportivi, per la riattivazione della microcircolazione e per chi soffre di fragilità capillare

Laura Barocci - Operatrice in discipline Bio-Naturali - Partita IVA IT03346200102 - © 2021. Tutti i diritti riservati.