Le scorse volte abbiamo visto cosa è la realtà e come modificarla per riscrivere il libro della nostra vita.

Abbiamo capito che noi la influenziamo non tanto con il pensiero consapevole, quanto attraverso le emozioni e tutte quelle che consideriamo verità che si trovano radicate nell’inconscio e nelle memorie cellulari.

Questo crea in noi, che siamo gli osservatori di questa realtà creata, un clima emozionale che ci fa vibrare ad una certa frequenza e che, di conseguenza, influisce sul nostro modo di vedere la vita, di vivere e di incorporarci nel mondo che ci circonda condizionando, quindi, anche le relazioni con gli altri: lavoro, famiglia, amici, conoscenti.

Ricordiamo l’esempio, visto nei post precedenti, che se ho paura vibrerò con le frequenze della paura, che il mantra che andrò a creare affermerà il mio pensiero dandomi ragione in modo inequivocabile ed attrarrà a me ciò che vibra come me “costringendomi” a uno stile di vita piuttosto che ad un altro.

Ovviamente questa situazione si andrà a creare sia sul pensiero negativo che positivo facendo, nel tempo e nella ripetizione, aumentare l’effetto sempre più portandoci alla gioia o ad una tristezza assoluta e stressando il nostro organismo.

Qui spesso parlo di situazioni negative dalle quali liberarsi, ma il meccanismo vale sia per il positivo che per il negativo: il primo non è certamente qualcosa di deleterio e fastidioso, quindi direi che trovo assolutamente improbabile che una persona felice, che vede il mondo che lo circonda come un eden e se stesso come un superman, avrà il problema di disfarsi di questa situazione tutt’altro che fastidiosa, a meno che non sia una reazione ad un evento negativo che spinge il soggetto a cercare in modo forsennato mille cose da fare per distrarsi da un pensiero negativo.

La situazione che si va a creare, spesso anche cambiando le persone per ciò che la vita presenta, non esiste solo se ripeto un mantra, anche se lo facessi per mille volte, quello che ne da effetto è il “sentirlo di pancia” perchè è questo che scatena le frequenze emozionali.

Le “profezie” che andranno ad avverarsi con le conseguenti vibrazioni sono date da dei campi energetici che vengono creati sia individualmente che in gruppo; questi campi energetici prodotti dalla mente sono detti “pendoli del transurfing” e, come le onde radio che non vediamo ma sappiamo che esistono e lo verifichiamo accendendo un apparecchio radiofonico, qui si accendono i campi energetici della mente.

Molte discipline antiche, ma anche moderne, nonchè studi e ricerche condotti in varie campi scientifici avvalorano la tesi che “la mente crea la realtà”.

La struttura mentale di un soggetto andrà a far vivere la persona in base al suo pensiero, ad esempio l’ambiente di lavoro che si percepisce come ostile (e spesso lo è anche) crea un vortice con il mantra “i colleghi ed il capo ce l’hanno con me” e questo spinge la persona a vivere i suoi giorni lavorativi con questa ripetizione e questo stato d’animo facendo si che la frequenza energetica prodotta vada ad auto alimentarsi e l’individuo riceverà solamente ciò che con la sua vibrazione negativa, che potremmo anche chiamare profezia auto avverante o costruzione quantistica della realtà, andrà a chiamare a se attivando delle reazioni difensive sue, ma andando anche a peggiorare le reazioni di chi lo circonda.

Facciamo un esempio: penso che sul posto di lavoro un collega sia fortemente ostile alla mia persona, magari è una mia impressione di una realtà che io ho creato, di conseguenza il mio comportamento verso questo collega si modificherà creando in me un’ostilità verso di lui che, percependo la mia ostilità modificherà il suo atteggiamento verso di me. Nel tempo questo prenderà misure sempre maggiori in quanto verrà alimentato, in questo caso da entrambe gli attori del fatto, sino ad arrivare a veri e propri odi o cattiverie.

Per vedere come il meccanismo del pendolo del transurfing agisce su più persone e che strategia si può utilizzare per liberarsene clicca qui.

Se hai perso i post che parlavano di quantistica clicca qui.

La scorsa volta abbiamo parlato delle ossa del cranio: le problematiche , la prossima volta parleremo di altre parti del corpo umano.

Per vedere tutti gli articoli usciti clicca qui.

Hai delle domande? Vedi se ci sono già le risposte in domande frequenti – faq scorrendo la pagina sino in fondo.

Non ci sono le risposte? Scrivimi.

Laura Barocci - Operatrice in discipline Bio-Naturali - Partita IVA IT03346200102 - C.F. BRCLRA65S69D969V
© 2024. Tutti i diritti riservati.