Caratteristica fondamentale per poter effettuare questa professione è quella di assorbire maggiore energia rispetto alla media e quindi di poterla trasferire a chi ne ha bisogno.

Oltre a questo il pranoterapeuta può aiutare a diminuire od eliminare le energie negative ed a “posizionare” in modo corretto le energie positive del soggetto trattato.

Le energie, come ben sappiamo, non sono visibili ad occhio nudo e quindi per poterle rilevare è necessario utilizzare macchinari adibiti a questo compito.

FOTO KIRLIAN

 

Le foto Kirlian vennero ideate da una coppia sovietica, Semyon e Valentina Kirlian, alla fine degli anni ’50; pubblicarono una loro ricerca su un procedimento fotografico che catturava ciò che l’occhio non vedeva, ossia il campo energetico che viene emesso da ogni essere vivente.

L’idea nacque da un errore accidentale che Semyon Kirlian fece, infatti nel 1939 il giovane ingegnere elettronico venne chiamato da un laboratorio nel nord del Caucaso per riparare un apparecchio destinato all’elettroterapia, un giorno sfiorò accidentalmente un elettrodo che gli diede una piccola scarica elettrica ed apparve agli occhi increduli del ragazzo un lampo; a questo punto decise di fare un esperimento: porre una lastra fotografica tra la sua mano e la scintilla.

Sviluppando la foto vide, attorno alla sua mano, un’immagine fiammeggiante; quindi ripetè più volte l’esperimento per vedere se il risultato sarebbe variato, ma ad ogni volta le foto erano uguali.

Tentò l’esperimento con vari oggetti inerti, ma nulla, da essi non scaturiva nessuna immagine fiammeggiante.

Da lì dedicò, con la moglie, ogni attimo libero alla ricerca di quello che poi divenne l’apparecchio che fotografa l’aura.

La tecnica che avevano ideato consisteva nel mettere un oggetto, od una parte del corpo, sulla pellicola che a sua volta veniva posta su una piastra metallica sottoposta a corrente ad alto voltaggio: quando la foto veniva scattata l’immagine che si imprimeva era l’oggetto fotografato con intorno un’aura, ossia un alone, quindi l’energia sottile.

I coniugi sovietici sostenevano che dall’esame dell’aura si poteva fare una diagnosi biologica dell’individuo, in sostanza rilevare eventuali malattie: a seguito di studi effettuati si osservava una differenza di energia sottile tra un soggetto sano e calmo ed uno ansioso e teso.

Ancora oggi viene utilizzato questo procedimento per poter rilevare l’aura: l’alone della corrente elettrica viene utilizzata per calcolare l’energia emessa dalle mani del pranoterapeuta, viene scattata quando la mano è sottoposta ad una scossa elettrica con un bassissimo amperaggio che l’attraversa: i valori che ne risultano non cambiano nel tempo, ma la potenza del pranico può aumentare grazie all’esperienza, all’intuizione ed alla percezione.

Esistono vari tipi di aloni che si evidenziano intorno alle mani, od al corpo delle persone trattate, ed è questo che identifica la personalità pranica. 

Come si leggono le foto Kirlian

Le foto vengono effettuate con un macchinario che emette una scarica elettrica che tende ad espandere sulla pellicola le immagini, con le foto vengono fotografati i biofotoni che vengono emessi da ogni singolo dito.

I biofotoni sono i fotoni dell’essere umano, ossia l’energia che produce : è corrispondente ad una vibrazione misurata in hertz.

Quello che interessa:

Le corone 

All’esterno delle impronte digitali esistono delle corone che debbono essere complete, bianche, possibilmente spesse e senza presenza di grossi buchi, più ampie e senza buchi sono le corone più c’è potenzialità energetica.

La similitudine

Che le due mani siano simili: coloro che hanno le mani simili hanno la capacità di auto-armonizzarsi perchè hanno un certo tipo di postura e respirazione.

Quello che non interessa:

Il contorno rosso

Può apparire intorno alle corone perchè le dita vengono staccate, anche leggermente, dalla pellicola a causa spesso della scarica elettrica poco piacevole: quello che accade è lo stesso procedimento che si ha quando una pellicola prende luce.

La parte interna più o meno scura

Questo è dovuto solo ad una differente pressione che viene effettuata con le dita sulla pellicola

Il significato delle mani

La mano destra

Rappresenta l’emisfero sinistro del cervello, quindi la parte razionale.

La parte razionale è quella che va a soppesare ogni scelta in base : al costo, al rischio, al risultato, etc.; quindi tutto è in base ad una determinata valutazione che fa prendere o meno in considerazione una scelta o strada da percorrere.

La mano sinistra

Rappresenta l’emisfero destro del cervello, quindi la parte irrazionale e creativa: è quella che non va a soppesare nulla, la scelta viene effettuata solo perchè si ha voglia di farla.

La mano sinistra rappresenta il soggetto come è realmente: il suo “io” profondo

Il significato delle dita

Esso varia da dito a dito e per lo stesso dito da mano a mano:

Il pollice

Rappresenta la personalità.

Vengono confrontati i pollici delle due mani per vedere le similitudini e le differenze che vi sono per quella persona tra la sua razionalità ed irrazionalità.

Se simili la persona è molto sincera : quello che è lo fa vedere; non pone barriere davanti, la sua forza è quella di essere una persona limpida.

Il medio e l’indice

Rappresentano il rapporto con chi ci ha cresciuto.

L’indice rappresenta il genitore, o comunque, la persona dominante che generalmente è la mamma mentre il medio rappresenta l’altro genitore: solo il soggetto interessato può sapere quale genitore o persona che l’ha cresciuto è il dominante, dalle foto Kirlian non si può capire.

Anche qui vi possono essere similitudini tra le dita delle due mani oppure no: potrebbe esserci un rapporto di amore molto tranquillo e rilassato visto sulla mano sinistra e poi con delle linee frastagliate sulla destra: in questo caso rappresenterebbe momenti di screzi.

Nel caso in cui vi fosse una corona più spessa sulle dita della mano destra vorrebbe significare che il rapporto con la persona corrispondente a quel dito ha avuto un rapporto che per il soggetto in questione è importante

L’anulare

E’ quello degli affetti che non debbono intendersi solo amorosi, ma anche rapporti affettivi con fratelli, sorelle, amici più intimi, parenti, animali.

Se si ha una bella corona a sinistra vuol dire che si riesce a dare tanto amore.

L’anulare della mano destra, invece, rappresenta come gli altri ci vedono, se frastagliato può significare che anche se la persona può donare tanto amore va presa in un certo modo

Il mignolo

E’ il dito più importante, soprattutto per un operatore, in quanto esso corrisponde al meridiano del chakra del cuore e quindi al rapporto che si ha con le persone in difficoltà : soggetti deboli (bambini ed anziani), soggetti malati, con handicap ed animali.

Il mignolo destro dice quanto una persona è portata ad aiutare gli altri quando si trovano in difficoltà, prerogativa non di tutti ma molto comune in coloro che svolgono un lavoro da operatori.

La persona sente dentro di se la necessità di aiutare gli altri ed essi lo percepiscono

EVIDENZIATORE ELETTRO-TERMOVIBRAZIONALE 

Oltre alle foto Kirlian vi è un apparecchio, che si usa prima delle foto Kirlian per poter accedere ad un corso di pranoterapia,  che rileva non solo l’appartenenza o meno a questa categoria, ma ne dà un valore, questo è l’evidenziatore elettro-termovibrazionale, ossia un rilevatore elettromagnetico.

Questo apparecchio è un tester per la misurazione degli Ohm (il cui simbolo è l’omega): misura la resistenza elettrica nei corpi sottoposti a passaggio di corrente. 

Dato che la corrente in ingresso dal misuratore al corpo passa attraverso i canali ritenuti energetici, se il passaggio è fluido ha un valore elevato, e quindi il canale è libero di far fluire energia dall’interno della persona verso il suo esterno.

Per effettuare la rilevazione il soggetto dovrà porre prima le dita di una mano, e dopo dell’altra, su dei bottoncini fissi di metallo che sono dei sensori tattili che evidenzieranno il flusso di corrente nella persona e, di conseguenza, la sua capacità pranica.

Al di sopra di ogni bottoncino vi è un display nel quale apparirà il valore di ogni dito, non tutti i pranoterapeuta hanno lo stesso flusso di energia, o meglio hanno gli stessi valori.

Durante l’esercizio della professione e durante il corso aumenta la percezione, ma i valori non variano, pare che aumentino, ma è dovuto alla presa di coscienza di se stessi ed alla modifica di forme di pensiero arrivando ad un’armonia tra pensiero istintuale ed azione del corpo.

Hai perso la prima parte che parla della pranoterapia? clicca qui.

Vuoi sapere quando si può effettuare un trattamento di pranoterapia? clicca qui.

La scorsa volta abbiamo parlato della fisica : la vibrazione, la risonanza ed il suono, la prossima volta parleremo di quantistica e della sua teoria.

Per vedere tutti gli articoli usciti clicca qui.

Hai delle domande? Vedi se ci sono già le risposte in domande frequenti – faq. scorrendo la pagina sino in fondo.

Non ci sono le risposte? Scrivimi.

Laura Barocci - Operatrice in discipline Bio-Naturali - Partita IVA IT03346200102 - C.F. BRCLRA65S69D969V
© 2024. Tutti i diritti riservati.