Come abbiamo visto la scorsa volta nella breve sintesi su questo argomento ci sono cause e trattamenti differenti per queste tre tipologie di condizioni del muscolo.

Vediamole oggi in modo più approfondito.

MUSCOLO CONTRATTO

Il termine “muscolo contratto” si riferisce a un muscolo che è diventato stretto, rigido e talvolta doloroso. Questo stato può essere causato da diversi fattori come tensione eccessiva, mancanza di movimento o cattiva postura. I segni comuni di un muscolo contratto includono dolore localizzato, sensazione di rigidità e limitazione dei movimenti. Un muscolo contratto può essere una condizione temporanea.

Può essere associato sia alle contratture muscolari che alle calcificazioni muscolari.

Nei casi di muscolo contratto i trattamenti spesso includono:

  • Stretching: Eseguire esercizi di stretching mirati per rilassare il muscolo e ridurre la tensione.
  • Massaggio: Fare massaggi mirati per alleviare la tensione muscolare e migliorare la circolazione.
  • Applicazione di Calore o Ghiaccio: Utilizzare calore o ghiaccio per ridurre il dolore e promuovere il rilassamento muscolare.
  • Riposo: Evitare attività che possono peggiorare la condizione del muscolo contratto e concedere ai muscoli il tempo di recuperare.

CONTRATTURE

La contrattura è una condizione più specifica in cui un muscolo o un gruppo di muscoli rimane contratto o stretto per un periodo prolungato e oltre alla normalità.

Le contratture sono come dei nodi o delle tensioni muscolari che possono causare al muscolo interessato dolore e limitare i movimenti del corpo oltre a dare una sensazione di tensione e rigidità. 

Le contratture possono essere causate da vari fattori, come cattiva postura, stress, eccessivo sforzo muscolare o mancanza di movimento. Quando si ha una contrattura, il muscolo tende a restare contratto anche quando non è necessario, causando disagio e dolore. 

La contrattura è un tipo di problema muscolare che può essere risolto con il tempo e gli interventi appropriati.

Nei casi di contratture muscolari i trattamenti spesso includono:

  • Stretching: Fare esercizi di stretching può aiutare a rilassare i muscoli e ridurre la tensione.
  • Massaggio: Un massaggio mirato può contribuire a sciogliere le tensioni muscolari e alleviare il dolore.
  • Applicazione di calore o ghiaccio: L’applicazione di calore o ghiaccio può aiutare a ridurre il dolore e il gonfiore associato alle contratture muscolari.
  • Riposo: Evitare attività che possano peggiorare le contratture e dare tempo ai muscoli di recuperare.

CALCIFICAZIONI DEL MUSCOLO

Le contratture non sono la stessa cosa delle calcificazioni muscolari. 

Le contratture sono più comunemente associate a tensioni muscolari e a muscoli che diventano stretti e rigidi. 

Le calcificazioni muscolari si verificano quando si formano depositi di calcio nei tessuti molli del corpo, incluso il muscolo. Questi depositi possono causare dolore, rigidità e limitare i movimenti, ma sono il risultato di un accumulo di calcio anziché di tensione muscolare.

Nei casi di calcificazioni muscolari i trattamenti possono includere:

  • Fisioterapia: Un fisioterapista può consigliare esercizi mirati per migliorare la mobilità e ridurre il dolore associato alle calcificazioni muscolari.
  • Farmaci: In alcuni casi, i farmaci antinfiammatori possono essere prescritti per ridurre il dolore e l’infiammazione.
  • Terapia a onde d’urto: Questo trattamento mira a rompere le calcificazioni attraverso onde sonore ad alta intensità.
  • Chirurgia: In casi gravi o persistenti, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere le calcificazioni.

CALCIFICAZIONE O CONTRATTURA

È essenziale distinguere tra i due per garantire un trattamento appropriato.

Le contratture coinvolgono e derivano da tensione e rigidità muscolare, le calcificazioni sono accumuli, quindi depositi, di calcio nei tessuti molli e non tensione muscolare.

Entrambi possono causare dolore e limitazioni nei movimenti, ma sono due condizioni diverse con cause e trattamenti diversi.

CONTRATTURA O MUSCOLO CONTRATTO

Un muscolo contratto è un termine generale che descrive un muscolo stretto e rigido, una contrattura è una condizione specifica, e spesso più persistente, in cui un muscolo rimane contratto per un periodo prolungato. Entrambi richiedono trattamenti mirati per alleviare la tensione, il dolore e il disagio muscolare.

CALCIFICAZIONI O MUSCOLO CONTRATTO

Le calcificazioni muscolari sono il risultato dell’accumulo di calcio nei tessuti molli del corpo, i muscoli contratti sono muscoli che diventano stretti, rigidi e dolorosi a causa di tensioni muscolari e rigidità. Entrambe le condizioni possono causare dolore e limitazione dei movimenti, ma hanno cause e trattamenti differenti.

Se hai perso la prima parte che parla dei muscoli clicca qui.

La scorsa volta abbiamo parlato della fotobiomodulazione e lunghezze d’onda D’ONDA 850nm – 830nm, continua a seguirmi per scoprire di cosa parleremo la prossima volta.

Per vedere tutti gli articoli usciti clicca qui.

Hai delle domande? Vedi se ci sono già le risposte in domande frequenti e faq scorrendo la pagina sino in fondo o alla pagina consigli e curiosità

Non ci sono le risposte? Scrivimi.

Preferisci vedere i video? Vai alla categoria video.

Vuoi saperne di più sui miei trattamenti? Clicca qui

Vuoi seguirmi sui social? Clicca qui, scorri verso il basso e fai clic sul social che preferisci

Il post da alcune informazioni e cenni sul corpo umano ed alcuni meccanismi di esso, quindi non si tratta di uno scritto medico e non vuole esserlo, è solamente una breve spiegazione. In caso di informazioni più appropriate si consigliano libri tecnici o consultare un medico.

Laura Barocci - Operatrice in discipline Bio-Naturali - Partita IVA IT03346200102 - C.F. BRCLRA65S69D969V
© 2024. Tutti i diritti riservati.