La purificazione può essere effettuata da tutti sia che si occupino o meno di trattamenti energetici.

Tutte le purificazioni sono reali, fittizie sono solo le gestualità come ad esempio scrollare, senza toccare le mani tra di loro ed i palmi con le dita, verso una bacinella d’acqua e sale con aceto.

Il motivo per cui è bene procedere alla purificazione è che i soggetti che ci circondano emettono principalmente energie negative in quanto le positive le tengono per se stessi perché servono per la sopravvivenza, quindi è bene provvedere a “togliersi” le energie negative assorbite per evitare di assorbire lo stesso male o disturbo di chi ci circonda; infatti se le nostre vibrazioni sono le stesse del male o del disturbo possiamo “attaccarcelo”.

Vi sono oggetti, oltre che agli animali, che possono aiutarci in questo processo e l’elenco potrebbe essere infinito, qui di seguito cito solo alcune cose:

Walnut

La pianta di protezione è il walnut, la noce, che viene lavorata per i fiori di Bach.

La pianta protegge da attacchi energetici negativi, non dall’assorbimento dell’energia negativa, e rende meno soggetti a situazioni di contrasto e condizionamento.

Il walnut non blocca, e quindi non protegge, da attacchi di batteri, germi, microbi e virus.

In sostanza fa fluire sia l’energia positiva che negativa, ma di quella negativa blocca l’influenza vibrazionale che questa può causare rendendoci immuni da sbalzi causati da questo tipo di energia.

Questo discorso vale per tutti, ma soprattutto serve a coloro che emettono eccessiva energia positiva, esempio i pranoterapeuta, che nell’esercizio della loro professione emettono solo energia positiva, la negativa è emessa solo nel caso in cui abbiano degli squilibri. 

Va tenuto lontano da fonti elettriche o magnetiche (cellulare, forno a microonde, etc.) se no perde il suo potere.

  • appenderlo al collo o tenerlo in tasca, senza scatola di cartone, basta che sia in un tessuto di cotone. Così, di massima, blocca l’entrata e l’uscita di energia negativa.
  • in caso di necessità sono da assumere le gocce come viene indicato da chi consiglia i fiori di Bach. In questo modo fa lavorare il subconscio contro le interferenze riducendo fortemente le situazioni di contrasto.

Pensiero

Se si pensa ad una luce argentea ci si mette a massa e quindi si blocca il “contagio” dall’energia negativa.

Per cercare di non prendere troppe energie negative e non far uscire quella positiva bisognerebbe pensare di essere protetti da qualcosa, ad esempio chiusi in una capsula ermetica.

La forma pensiero crea una vibrazione che entra in contatto con le vibrazioni che ci circondano, una forma pensiero negativa ci metterà in contatto con vibrazioni negative facendoci rischiare di stare male, mentre una positiva ci porterà a metterci in contatto con vibrazioni positive, quindi persone positive, situazioni positive e benessere.

Occorre sapere che ciò che è positivo si attrae con la vibrazione positiva e ciò che è negativo si attrae con la vibrazione negativa: è la legge dell’attrazione speculare.

La forma pensiero su cose astratte, come per assurdo pensare di pranzare a New York vivendo in Italia, non attiva nulla, non si crea l’effetto Pavlov.

La discrepanza tra volere e potere fa si che ciò che si vuole non si realizzi.

Il pensiero può mettere in contatto anche persone tra loro, se si pensa ad una persona le si manda una vibrazione e se questa persona in quel momento pensa a noi capta la nostra vibrazione e si mette in contatto con noi, ecco che si parla di telepatia o coincidenza, le menti funzionano come un cellulare: se dall’altra parte è acceso risponderà alla mia chiamata e se è spento no.

Il cervello emette delle elettro onde che sono sottilissime ed intensissime, se il pensiero è negativo (esempio non voglio vedere Tizio), o positive (non vedo l’ora di vedere Tizio) entrano in vibrazione all’interno della forma pensiero della persona che lo riceve (Tizio): a questo sono collegati anche i sogni premonitori.

La forma pensiero di base è lineare si/no e se rimane aperto il canale continua ad esservi il pensiero, quindi a meno che esso non venga annullato od archiviato rimane e si amplifica diventando un concetto che fa rimanere il pensiero attivo.

La maggiore difesa, come concetto di base, non è essere chiusi in un’armatura, ma essere costantemente in equilibrio, bisogna mettersi un mantello dell’invisibilità per passare inosservati alle energie negative che ci vogliono sovrastare.

La scorsa volta abbiamo affrontato l’argomento sul diaframma, la prossima volta parleremo di in generale del corpo umano e lunedì prossimo proseguiremo con la seconda parte a vedere altre possibilità di potersi caricare, purificare e difendere dalle energie negative.

Per vedere tutti gli articoli usciti clicca qui.

Hai delle domande? Vedi se ci sono già le risposte in domande frequenti – faq. scorrendo la pagina sino in fondo.

Non ci sono le risposte? Scrivimi.

Laura Barocci - Operatrice in discipline Bio-Naturali - Partita IVA IT03346200102 - C.F. BRCLRA65S69D969V
© 2024. Tutti i diritti riservati.