Ad ogni corpo appartengono un corpo fisico (materiale) ed un corpo non fisico (aura o corpo sottile costituiti dai kosha) e ad avvalorare questa teoria vi sono stati studi scientifici di studiosi e premi Nobel.

Vi sono persone in grado di vedere questa energia che avvolge ogni cosa e di conseguenza anche l’uomo; l’aura è un campo elettromagnetico ed i colori dell’aura sono quelli dei chakra, il bianco appartiene solo a figure mistiche (santone, guaritore).

Esistono macchinari con i quali è possibile vedere l’aura come le foto Kirlian.

I corpi sottili sono costituiti dai kosha che a loro volta sono contenuti negli sharira.

I corpi sottili vengono suddivisi in tre gruppi, partendo nell’ordine di quello più vicino al corpo (campo eterico) sino ad arrivare al più lontano (corpo keterico):

Piano fisico

Corpo eterico

Il suo colore è rosso

Si trova circa a 3 cm. dal corpo fisico lo avvolge in un reticolato energetico, può essere vista dalla maggior parte delle persone perché è il più denso, basta guardare una persona “fuori fuoco” e si noterà una nebbiolina intorno al corpo, questo è il corpo eterico.

Contiene l’energia vitale.

Corpo emozionale

Il suo colore è l’arancione

Può estendersi sino ad 10 cm.

E’ collegato alle emozioni di paure e desideri

Corpo mentale

Il suo colore è il giallo.

Può estendersi sino a 20 cm.

E’ collegato alla psiche, alla telepatia ed alle forme pensiero, è la coscienza di Sè, quindi l’autocoscienza

Piano astrale

Corpo astrale

Il suo colore è il verde.

Può estendersi sino a 30 cm dal corpo fisico.

Racchiude le emozioni di vulnerabilità affettiva, in esso vi è la coscienza.

Piano spirituale

Rappresenta il nostre Sè superiore e si suddivide in:

Corpo eterico “matrice”

Il suo colore è il blu.

Può arrivare a 60 cm dal corpo fisico.

Contiene le matrici del futuro, chi ha quest’aura forte si sente realizzato.

Corpo celestiale

Il suo colore è viola/indaco.

Può arrivare a 70 cm ed è composta di raggi di luce.

E’ sede dell’emotività spirituale

Corpo keterico o causale

Il suo colore è il bianco.

Può arrivare a 100 cm, sono filamenti intrecciati di luce, con esso ci si collega alle energie superiori, all’Universo.

Rende la persona capace dell’auto guarigione e della veggenza.

La volta scorsa abbiamo affrontato l’argomento sul flusso energetico e le tensioni muscolari, giovedì parleremo dei sette segmenti di Alexander Lowen.

Se vuoi puoi rivedere i blog sui chakra ed ascoltare l’intervista “I Chakra e la prevenzione” il cui relatore è il Dottor Francesco Oliviero.

Per vedere tutti gli articoli usciti clicca qui.

Hai delle domande? Vedi se ci sono già le risposte in domande frequenti – faq scorrendo la pagina sino in fondo.

Non ci sono le risposte? Scrivimi.

Laura Barocci - Operatrice in discipline Bio-Naturali - Partita IVA IT03346200102 - C.F. BRCLRA65S69D969V
© 2024. Tutti i diritti riservati.